SOSTIENICI,
NELLA LOTTA
ALLA VIOLENZA SULLE DONNE
E NELLA PROMOZIONE DELLA
CULTURA DEL RISPETTO

L’Associazione Aiuto Donna vive grazie all’impegno delle persone e delle realtà che credono nella sua missione e desiderano sostenerne le attività. 

Entra a far parte dei sostenitori di Aiuto Donna e unisciti a volontarie, donatori e enti sostenitori che permettono ad Aiuto Donna di aiutare tante donne in difficoltà.

VUOI AIUTARCI?

Se vuoi aiutarci nella lotta alla violenza sulle donne
e nella promozione della cultura del rispetto
hai molti modi per farlo:

SOSTIENICI CON
UNA DONAZIONE LIBERA

Puoi effettuare un BONIFICO oppure
donare in Posta utilizzando un BOLLETTINO POSTALE.

Scegli tu l’importo che preferisci,
ogni aiuto è ben accetto.

bonifico bancario

IT23T0306911166100000018452 

SEDE DI BERGAMO

Banca Intesa San Paolo
Conto intestato ad Aiuto Donna Odv
Causale: sostegno attività Aiuto Donna

IT50R0306911166100000007637 

CENTRO R.I.T.A. SERIATE

Banca Intesa San Paolo
Conto intestato ad Aiuto Donna Odv
Causale: sostegno attività Aiuto Donna

IT38A0306911166100000007890 

CENTRO ASCOLTA CHI PARLA TERNO D’ISOLA

Banca Intesa San Paolo
Conto intestato ad Aiuto Donna Odv
Causale: sostegno attività Aiuto Donna

bOLLETTINO POSTALE

Conto corrente postale n. 84876077

intestato ad Aiuto Donna – Uscire dalla Violenza Odv
(presso la nostra sede abbiamo anche i bollettini precompilati: passa a ritirarli!)

5 X 1000

Scrivi il

Codice Fiscale 95107700163

nel riquadro destinato al volontariato e alle ONLUS della tua dichiarazione dei redditi.

A te non costa nulla,
per le donne che si rivolgono a noi è un gesto importantissimo!

progetto sosteniamole

Il Centro Antiviolenza “Aiuto Donna” Odv svolge la sua attività in Bergamo dal 1999 con lo scopo di aiutare donne che subiscono violenza o maltrattamenti all’interno della famiglia.
Da anni si colloca come punto di riferimento e di sostegno nelle situazioni di disagio che le donne sono costrette a subire, contribuendo, nei limiti del possibile, ad un radicale cambiamento della loro esistenza.

Nel corso degli anni le problematiche sociali si sono accentuate e sono emersi quei bisogni primari cui le donne non riescono a far fronte. Di conseguenza oltre al problema della violenza queste donne, sole o con figli, sono costrette a vivere una situazione di precarietà.

Il centro intende aiutare queste donne ad intraprendere un percorso di crescita ed emancipazione personale finalizzato al raggiungimento di un’autonomia economica per sé e per i figli.

 

A questo scopo è stato aperto un Conto Corrente Bancario intestato ad
AIUTO DONNA – “SOSTENIAMOLE”
che attende la generosità di tutti coloro che vorranno collaborare perché
“Quando una violenza spegne un sorriso,
la solidarietà può accendere la speranza”

IT48N0306911166100000004960

Banca Intesa San Paolo
Conto intestato ad AIUTO DONNA – “SOSTENIAMOLE”
Causale: sostegno attività Aiuto Donna

Aiuto Donna vi ringrazia

 

A tutte le Associazioni, le Aziende ed anche le singole persone che durante tutto il 2023 ci hanno sostenute destinandoci donazioni vogliamo comunicare che spesso, quando viene effettuata una donazione, il trasferimento di denaro avviene direttamente sui nostri conti correnti senza che siano disponibili i dati anagrafici dei donatori e delle donatrici.

Per questo motivo non riusciamo a indirizzare loro un ringraziamento personale.

Aiuto Donna invia a tutti e tutte un grosso GRAZIE.

Le donne vittime di violenza e maltrattamenti che si rivolgono a noi per aiuto vi sono grate per la vostra generosità.

Il Consiglio direttivo di Aiuto Donna

E ADESSO PEDALA! a sostegno di AIUTO DONNA

Lucia ed Enrico si sono conosciuti tanti anni fa, entrambi riders di esperienza hanno percorso in solitaria migliaia di chilometri.Lucia per l’Italia e la Spagna, Enrico per l’Europa e l’America del Sud: cammino di Santiago, Patagonia, Capo Nord; Gerusalemme, Berlino,...

E ADESSO PEDALA! a sostegno di AIUTO DONNA

Lucia ed Enrico si sono conosciuti tanti anni fa, entrambi riders di esperienza hanno percorso in solitaria migliaia di chilometri.Lucia per l’Italia e la Spagna, Enrico per l’Europa e l’America del Sud: cammino di Santiago, Patagonia, Capo Nord; Gerusalemme, Berlino,...

DIVENTA VOLONTARIA

Il volontariato è una delle risorse più importanti e vitali di Aiuto Donna.

Se sei una donna che vuole aiutare altre donne in difficoltà, puoi mettere a disposizione il tuo tempo per accogliere coloro che si rivolgono al nostro centro antiviolenza.

Contattaci direttamente e ti proporremo un percorso di formazione per diventare volontaria di Aiuto Donna. Scrivi all’indirizzo formazione@aiutodonna.it

DETRAZIONI FISCALI PER DONATORI / ICI

  • Pubblicata la Legge n. 96 del 6 luglio 2012 entrata in vigore a partire dal 24 luglio 2012.

In questa legge è stato stabilito che a partire dal 2013 le donazioni alle Onlus saranno fiscalmente detraibili in una percentuale più alta ed equiparata a quella per le erogazioni liberali ai partiti.

L’articolo 15 estende infatti le nuove percentuali fissate per le erogazioni liberali in favore di partiti e movimenti politici a quelle effettuate nei confronti di Onlus e di iniziative umanitarie, religiose o laiche, gestite da fondazioni, associazioni, comitati: si è passati così dalla detrazione del 19% al 24% per l’anno 2013 e al 26% a partire dal 2014.

Il limite massimo annuo su cui calcolare la detrazione resta comunque fissato a 2.065,00 euro ed è confermato che il versamento dell’erogazione va effettuato tramite banca, ufficio postale o altri sistemi di pagamento tracciabili (carte di debito, di credito, prepagate, ecc.).

Rimane comunque possibile – per coloro che effettuano donazioni in favore di Onlus (tra cui le organizzazioni di volontariato iscritte al registro) – optare, in via alternativa, per la deducibilità fiscale delle donazioni effettuate, stabilita con la Legge n. 80/2005 e che risulta, attualmente, anche dopo l’approvazione di queste nuove disposizioni, maggiormente vantaggiosa.

Riassumendo, le PERSONE FISICHE hanno tre possibilità: in base al DPR 917/86 e alla legge 96/12:

  • detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato, fino a un massimo di 2.065,83 euro (art. 15)
  • dedurre dal proprio reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato (art. 10)

in base al DL n.35/2005:

  • dedurre dal reddito le donazioni fatte per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, commi da 1 a 6).

Le IMPRESE hanno due possibilità: in base al DPR 917/86:

  • dedurre le donazioni per un importo non superiore a 2.065,83 euro o nel limite del 2% del reddito d’impresa annuo dichiarato (art. 10)

in base al DL n.35/2005:

dedurre dal reddito le donazioni per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, commi da 1 a 6).

Ti ricordiamo che le donazioni sono deducibili o detraibili solo nel caso di pagamento con assegno, bonifico bancario o bollettino postale (le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione). Non dimenticare di conservare:

  • la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
  • l’estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
  • l’estratto conto del proprio conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico.

In caso di dubbi, ti consigliamo di rivolgerti al tuo commercialista.