Chi siamo

La storia del centro antiviolenza

L’Associazione Aiuto Donna – Uscire dalla Violenza è nata all’interno del Consiglio delle Donne del Comune di Bergamo, un organismo a partecipazione femminile istituito dal Consiglio Comunale nel 1996. Tale organismo ha avuto dal suo nascere lo scopo di incidere sulle scelte amministrative, per valorizzare la presenza delle donne in città, promuovere iniziative culturali tese alla crescita della soggettività, creare una rete di comunicazione e relazione. Si costituirono quattro Commissioni delle quali una si occupava espressamente del disagio femminile. Dall’indagine svolta emerse la necessità di affrontare con strumenti adeguati un problema tanto diffuso quanto sommerso: la violenza in ambito familiare ed eterofamiliare a danno delle donne. Contrariamente a quanto riscontrato sul resto del territorio regionale, si evidenziò inoltre l’assenza, nella nostra provincia, di organizzazioni che si occupassero del problema. Incoraggiata dalle numerose esperienze analoghe in altre città, la 3a commissione del Consiglio delle Donne propose all’Assessore alle Politiche Sociali un progetto mirato a dare sostegno ed assistenza alle donne vittime di maltrattamenti. Nacque così, nell’aprile 1999, l’Associazione “Aiuto Donna - uscire dal violenza” con 18 socie fondatrici: mamme, insegnanti, educatrici professionali, psicologhe, assistenti sociali, professioniste, unite da una sensibilità comune e un percorso di formazione sul problema del maltrattamento fisico, psichico, sessuale ed economico esercitato sulle donne.

Equipe

L’equipe assicura accoglienza a tutte le donne per uscire dalla loro situazione di violenza psicologica, fisica o economica attraverso la presenza di diverse figure professionali; educatrici, avvocatesse, psicologhe e operatrici dell’accoglienza.

Riconoscimenti

L’associazione il 16 dicembre 2006 ha ricevuto attestato di benemerenza civica da parte dell’Amministrazione Comunale di Bergamo.